INCONTRO a CORTE PALLAVICINA

VII° Edizione della “Notte dei Culatelli” e “Premio Antica Corte Pallavicina”.

Abbiamo ideato questo premio per rafforzare il nostro profondo legame con il concetto di qualità, in tutti i settori e a tutti i livelli. Una qualità che contraddistingue l’immagine del nostro Paese in diversi campi, a cominciare da quello agroalimentare.

Il nostro obiettivo è quello di testimoniare, attraverso personalità significative della cultura, dell’economia e della politica, il rapporto vitale tra innovazione e origine, tradizione e progresso che caratterizza anche la nostra filosofia aziendale.

Il premio verrà consegnato nella “Notte dei Culatelli”, martedì 17 luglio, per rendere onore al salume che ha reso celebre la Bassa Parmense.

Ma la “Notte dei Culatelli” sarà anche l’occasione per sostenere, con un concreto aiuto economico, il progetto dei “Mille orti in Africa”, avviato un anno fa da Slow Food, per promuovere un’agricoltura locale e sostenibile in 25 Paesi africani. Il contributo aiuterà diverse comunità (villaggi ma anche scuole) a realizzare orti buoni, puliti e giusti.

Anche quest’anno, accogliendo la richiesta dei nostri ospiti, il premio potrà essere condiviso, con un contributo volontario di € 50,00 che andranno interamente ad integrare il contributo di € 7.000,00 che la nostra famiglia mette a disposizione degli agricoltori africani, in modo che possano lavorare per salvaguardare la propria cultura, promuovere i prodotti tradizionali del proprio territorio, scambiare esperienze e conoscenze con altre comunità del cibo di Terra Madre.

Teatro della “Notte dei Culatelli” sarà l’Antica Corte Pallavicina, la storica dimora della nostra famiglia: un luogo magico a due passi dal Grande Fiume, a Polesine Parmense.

Il programma della Notte dei Culatelli

MARTEDI’ 17 LUGLIO 2012
Ore 19.00
Talk show di presentazione del Premio Antica Corte Pallavicina – Conduce Alfredo Antonaros (giornalista Rai) alla presenza dei premiati.

Ore 20.00
Aperitivo negli orti e nelle storiche cantine dell’Antica Corte Pallavicina.

Ore 21.00
Gala nell’aia.

Ore 22.30
Consegna del “Premio Antica Corte Pallavicina”.

Il Premio Antica Corte Pallavicina verrà conferito a:

Renè Redzepi, chef del ristorante Noma, Copenaghen, per due anni consecutivi al vertice della classifica The world’s 50 Best Restaurants;

Michele Pontecorvo, responsabile relazioni esterne gruppo Ferrarelle;

Fiammetta Fadda, esperta di alta gastronomia e bien vivre;

Massimo Montanari, storico dell’alimentazione;

Antonio Rossi, campione olimpico e mondiale di canoa;

Roberto Anselmi, titolare della omonima casa vinicola nel territorio del Soave;

Menta Mariuccia cuoca del Po

Nelle passate edizioni sono stati insigniti del premio:

Anno 2006 – Guido Tampieri, sottosegretario alle Politiche Agricole; Giovanni Rana, titolare dell’omonimo pastificio; Camilla Lunelli, del gruppo Ferrari-F.lli Lunelli; Fulvio Pierangelini, ristoratore; Licia Granello, giornalista de la Repubblica; Piero Sardo, pres. Fondazione Slow Food; Amanda Bocelli, cuoca del Po.

Anno 2007 – Paolo De Castro, Min. per le Politiche Agricole; Stefano Bonilli, direttore Gambero Rosso, Marco Gatti, giornalista; Paolo Massobrio, giornalista; Giancarlo Moretti Polegato, imprenditore del vino; Carlin Petrini, Pres. Slow Food Internazionale; Tiberio Rabboni, Ass.re agricoltura Regione Emilia-Romagna; Michel Troisgros, ristoratore; Mario Soldati, scrittore (alla memoria); Elena Cavalli e Rosa Veroli, rezduri della Trattoria Ongina.

Anno 2008 – Gualtiero Marchesi, ristoratore; Roberto Burdese, presidente Slow Food Italia; Lamberto Sposini, giornalista televisivo; Chiara Lungarotti, produttrice e presidente Movimento Turismo del Vino; Luigi Cremona, giornalista; Matthew Fort, caporedattore food del Guardian; Bruna Tosi, cuoca del Po.

Anno 2009 – Paolo Marchi, giornalista enogastronomico ed ideatore di Identità Golose; Vittorio Sgarbi, critico d’arte; Carlo Bergonzi, tenore; Vicenzi Giuseppe, industriale dell’arte dolciaria; Edoardo Raspelli, critico gastronomico e conduttore televisivo; Lidia Bastianich, cuoca e imprenditrice; Vasco Errani, presidente della Regione Emilia- Romagna; Marisa Rampini, cuoca del Po.

Anno 2010 – Alain Ducasse, chef; Max Bergami, direttore Alma Graduate School dell’Università di Bologna; Massimo Bottura, chef; Angelo Agnelli, titolare dell’omonima azienda; Tinto e Fede, conduttori radiofonici e presentatori televisivi; Pasquale Forte, industriale ed agricoltore illuminato e Maria Cristina Allegri, cuoca e rezdura del Po.

Anno 2011 – Marc Haeberlin, presidente di Les Grand Table du Monde, Albino Ivardi Ganapini, presidente di ALMA; Maurizio Zanella, produttore di Ca’ del Bosco e presidente del consorzio Franciacorta; Giannola Nonino, ideatrice del prestigioso Premio Nonino; Gian Rolle, titolare dell’azienda “Tre Spade”; Guglielmo Rebecchi, maitre e collaboratore del ristorante di famiglia il Cavallino Bianco.

Per informazioni: 0524/936539 oppure 0524/96136.

Massimo, Luciano, Antonia e Benedetta Spigaroli
Antica Corte Pallavicina Relais
Strada del Palazzo Due Torri, 2
Polesine Parmense (PR)

a cura di Rocco Lettieri