Orticolario 2018 a Villa Erba

Orticolario 2018 e Cernobbio 

“Si salvi chi può”

Orticolario, giunto alla decima edizione, quest’anno intitolato “Si salvia chi può!”, è l’evento dedicato alla passione per il giardino, una celebrazione della natura in tutte le sue multiformi espressioni. Teatro della manifestazione sarĂ  il parco storico di Villa Erba a Cernobbio. Essenza di Orticolario: i giardini allestiti nel parco, ispirati al tema dell’anno e selezionati tramite il concorso internazionale “Spazi Creativi”. Tema di Orticolario 2018 sarĂ  il “Gioco”, mentre il fiore protagonista sarĂ  la Salvia.  L’evento è arricchito da un’ampia offerta di piante rare, insolite e da collezione, artigianato artistico e design, da un ricco calendario di incontri e da numerosi laboratori didattico-creativi per i bambini. Nel corso della tre giorni (dal 5 al 7 ottobre 2018) saranno raccolti contributi da devolvere ad associazioni del territorio lariano impegnate nel sociale.

 

Ma andiamo per ordine per dire che Orticolario durante l’anno non si ferma mai. E per arrivare ad ottobre mette in atto diverse altre manifestazioni che aiutano a traghettare la manifestazione sino all’autunno. Infatti il 13 aprile scorso, a Villa Carlotta  di Tremezzo, si tenne la cerimonia di riconsegna della “Foglia d’oro del Lago di Como”, il premio-scultura assegnato ogni anno in occasione di Orticolario al vincitore del concorso internazionale “Spazi Creativi”, rivolto a progettisti del paesaggio e dei giardini, architetti, designer, artisti. Orticolario ha anche partecipato dal 18 al 20 maggio scorso all’edizione primaverile del piĂą prestigioso appuntamento del giardinaggio francese, Les JournĂ©es des Plantes, tenutosi nel parco del Domaine de Chantilly.

 

Come si diceva all’inizio il “Gioco” sarà il tema di Orticolario 2018, un concetto complesso e affascinante che, assumendo le sfumature più varie, calza a pennello per celebrare la decima edizione. “Si possono negare quasi tutte le astrazioni: la giustizia, la bellezza, la verità, la bontà, lo spirito, Dio. Si può negare la serietà, ma non si può negare il gioco”, scriveva così lo storico olandese Johan Huizinga nel 1938, nel suo celebre saggio Homo Ludens.

 

E da qui ha preso inizio il tema che ha solleticato la fantasia dei partecipanti del concorso internazionale “Spazi Creativi” per la progettazione e realizzazione di giardini e installazioni artistiche. Otto i finalisti, valutati dal Comitato di Selezione tra numerose proposte ricevute. Otto “fantasisti” che si metteranno letteralmente in gioco appellandosi all’estro, all’ironia, al mistero, al senso della meraviglia. I selezionati realizzeranno il proprio progetto nel parco storico con spazi originali e innovativi, giardini vivibili e fruibili, nuove idee di giardino e di installazione artistica in grado di regalare una differente esperienza di relazione con la natura e con gli altri. “I progetti selezionati sono intriganti, stupiscono e sorprendono. Interagiscono con il Genius loci del parco di Villa Erba reinterpretandolo e contaminandolo con espressioni artistiche e riflessioni audaci – spiega Anna Rapisarda, curatrice di Orticolario – Saranno spazi da vivere, dove potersi anche divertire, perché, alla fin fine, andando indietro nei secoli, il giardino nasce proprio per gioco, per puro piacere, per dedicare tempo al piacere”.

Per questa edizione, la pianta protagonista sarĂ  la “Salvia”, di cui si è giĂ  parlato in Francia, che sarĂ  vista e raccontata con un appassionato intreccio di saperi che accompagnerĂ  il visitatore in un percorso onirico e sensoriale.  Il tutto sotto lo sguardo attento di Moritz Mantero, presidente di Orticolario.

 Info visitatori: tel. 031 3347503;

email: info@orticolario.it

Website: www.orticolario.it

 

 A cura di Rocco Lettieri