«Marchio garanzia di qualità SMPPC» – Verifica panettoni

Verifica 2021 del Panettone Ticinese

con il «Marchio garanzia di qualità SMPPC»

Anche quest’anno il 26 Novembre scorso si è tenuto l’incontro per la verifica dei Panettoni Artigianali Ticinesi che ambiscono al «Marchio garanzia di qualità SMPPC (Società Mastri Panettieri Pasticcieri Confettieri».

L’incontro come sempre si è tenuto presso il Centro Professionale Tecnico di Trevano di Canobbio. I giudici avevano ricevuto le istruzioni per poter essere ammessi all’esaminazione dei panettoni (16):  

> Astenersi dal fumare un’ora prima dell’esame.

> Evitare di aggiungere spezie forti per il cibo (p.es. cipolla o aglio).

> Evitate le bibite che rilasciano un sapore a lungo termine (p.es. caffè).

> Evitare le gomme da masticare e le caramelle.

> Evitare cosmetici forti (p.es. profumo, dopo barba o deodoranti).

Regole che tutti gli anni ci vengono ricordate, come giustamente dev’essere.

La giuria composta da produttori e consumatori con giusti profili giudicanti hanno degustato in due momenti, i primi otto e i secondi altri otto panettoni avvalendosi della tabella appositamente creata per questa manifestazione.

Una scheda che considerava, in sequenza, aspetto visivo e forma, struttura e colore dela mollica, ripartizione della frutta, e nella deglutizione il profumo, il gusto e il sapore. Punteggio massimo 42 punti; minimo punteggio per ottenere il Marchio 32. Naturalmente tutto è stato secretato ed ora possiamo annunciare che gli artigiani richiedenti qualificatosi per apporre sui loro panettoni il «Marchio garanzia di qualità SMPPC» sono i seguenti:

Artebianca Sagl –                     Lugano,

Allegra 7 – Parco San Rocco – Morbio Inferiore;

Otto Fischbach SA –                Castel San Pietro;

Canonica Tullio –                     Lamone;

Marina SA –                            Lugano;

Poncini Luca e Co. –                Maggia;

Ricigliano SA –                        Lugano;

Eredi Ernesto Münger SA –      Paradiso;

La Bottega del Fornaio di G. Piffaretti Sagl – Mendrisio;

Panetteria Ticinese Gorma Food Sagl – Arogno;

De Giovanetti SA –                  Sementina;

Zocchi Michele –                     Mezzovico;

Panetteria Danesi –                   Melano.

La qualità era davvero molto alta considerando che ben 13 su 16 hanno ricevuto il “Marchio” che potranno apporre sui loro prodotti dal 1 Dicembre 2021 al 30 Novembre 2022.

Un pò di storia

Il Panettone, portabandiera dei prodotti in pasta lievitata di qualità eccelsa ottenuti con la millenaria tecnica della fermentazione spontanea, è uno dei vanti dell’artigianato panario e dolciario. La sua storia, costellata di aspetti leggendari, ne fa coincidere la creazione con l’amore sbocciato tra due milanesi: il nobile Ughetto degli Altellani e Adalgisa – ragazza di eccezionale bellezza – figlia d’un fornaio. Per conquistare anche i favori del padre della giovane, Ughetto si fece assumere nella di lui bottega dove diede subito dimostrazione di grande creatività. Di particolare successo si rivelò un suo tipo di pane, arricchito con burro, uova, zucchero e uva passa; in pratica l’antenato del Panettone moderno.

Per gustare il Panettone come merita e apprezzarne la straordinaria fragranza e morbidezza, è indispensabile portarlo prima alla temperatura ambiente di circa 20°C. Solamente allora il Panettone svela per intero tutte le sue caratteristiche. Una buona tazza di caffè o di tè sono sue ottime accompagnatrici, ma è con un calice di Moscato d’Asti che si celebra il migliore degli accostamenti.

Il Marchio di garanzia di qualità è stato creato dalla Società mastri panettieri-pasticcieri-confettieri del Cantone Ticino (SMPPC), per distinguere il Panettone artigianale. Obbliga chi ha acquisito il diritto a farne uso, a rispettare i parametri collocati nell’apposito regolamento, che impone di utilizzare (valori minimi, attualmente superati da vari produttori): 40% di burro, 30% di tuorlo e il 70% di miscela di frutta (scorza d’arancia e di cedro candite e uva passa) per rispetto al peso della farina.

Tutta l’organizzazione è stata diretta dal Maestro Giuseppe Piffaretti (detto PIFF).

SMPPC – Lugano

+41. 923.38.28

info@smppc.ch

a cura di Rocco Lettieri