Barolo Terroir – Grapes Crus People Places vince il Premio “Best in The World”

Un libro tutto dedicato al territorio del Barolo

trionfa agli ‚ÄúInternational Gourmand Awards‚ÄĚ

*****

Barolo Terroir РGrapes Crus People Places 

¬†L’ultimo libro di Ian D’Agata, caporedattore della TerroirSense Wine Review,

vince il premio “Best in the World” Book Award

 

 

Al Secondo Simposio Internazionale sull’Alimentazione tenutosi a Umea, in Svezia,¬†l’Umea Food Symposium¬†(sabato 27 maggio 2023), Ian D’Agata e Michele Longo, co-autori del nuovissimo libro¬†Barolo Terroir¬†(Grapes Crus People Places) √® stato nominato il “Best in the World 2023 -European Wine Books” durante il 23Rd¬†annuale Gourmand Awards, la cui edizione di quest’anno si √® tenuta durante il Food Symposium di Umea.

Edouard Cointreau, Presidente e fondatore del Simposio e dei Gourmand International Awards ha dichiarato che il libro √®: “un¬†capolavoro, molto diverso da qualsiasi altro, anche in Francia non abbiamo un libro come questo sui nostri vini“.

La motivazione della giuria. ‚ÄúOltre 500 pagine per conoscere meglio il Barolo, a cura di due autori straordinari. Questo libro va ben oltre qualsiasi pubblicazione precedente, e diventa un must per ogni professionista del vino, ma anche per ogni appassionato che voglia capire come e perch√© questo vino si trovi sulle tavole di tutto il mondo‚ÄĚ.

Michele Longo √® volato in Svezia per ritirare il premio e anche fare una presentazione sul Barolo alla conferenza dei relatori dell’Umea Food Symposium, partecipando anche alla serata Drinks Culture nel corso della giornata.

*****

I Gourmand World Cookbook Awards sono stati fondati nel 1995 da Edouard Cointreau. Ogni anno premiano i migliori libri di cultura enogastronomica, cartacea o digitale, e la televisione alimentare. Il concorso √® aperto a tutte le lingue. Ogni anno, Gourmand organizza un simposio mondiale in un luogo molto speciale per la gastronomia. La cerimonia di premiazione √® sempre l’occasione per incontrare ogni personaggio importante del settore: centinaia di editori, autori, chef e giornalisti partecipano a questi eventi. Per questo secondo Ume√• Food Symposium, hanno¬†partecipato¬†circa 400 leader internazionali provenienti da oltre 50 paesi a Ume√•. Anche i professionisti nordici e svedesi facevano parte degli ospiti accolti.

*****

Ian D’Agata:

Caporedattore di Terroir Sense Wine Review
Presidente di Terroir Sense Academy
Vice Presidente dell’Association Internationale des Terroirs
Direttore Scientifico di TasteSpirit

Ian D’Agata scrive ed educa sui vini da oltre trent’anni. Riconosciuto a livello internazionale come illustre esperto, critico e scrittore di molte regioni vinicole, i suoi due libri pi√Ļ recenti e premiati Native Wine Grapes of Italy e¬†Italy’s Native Wine Grape Terroirs¬†(entrambi pubblicati dalla University¬†of¬†California Press) sono ampiamente considerati libri di testo “all’avanguardia” sull’argomento. Il primo libro ha vinto il Louis Roederer International Wine Awards Book of the Year nel 2015 ed √® stato classificato come i migliori libri di vino dell’anno per il Los Angeles Times, il Financial Times e il New York Times, mentre il secondo √® stato nominato tra i migliori libri di vino dell’anno da Food & Wine Magazine e dal NY Times.

*******

Ian D’Agata a Verona nell’ultimo Vinitaly 2023

‚ÄúThe Great 100 Italian Wineries of Italy‚ÄĚ, si terr√† a Shanghai l‚Äô8-9 luglio, che porta in Cina le grandi griffe del vino made in Italy: sar√† una grande festa, ma improntata al business ed alla comunicazione, che vedr√† protagoniste 100 tra le migliori aziende vinicole italiane, 1.000 addetti ai lavori e appassionati attesi e altri 15.000 partecipanti agli eventi live streaming online ufficiali, con un‚Äôesposizione mediatica stimata di 10 milioni di persone tra professionisti e wine lover.¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†Il tutto a firma di Ian D‚ÄôAgata.

 

A cura di Rocco Lettieri