“SUONI DIONISIACI” a Barzio (Lecco)

Il Jazz di Arrigo Cappelletti e i vini del Nuovo Mondo

Giovedì 19 agosto, Palazzo Manzoni, Barzio, ore 21.00

Armonia e dissonanza, eleganza, equilibrio e vigore, giovinezza e maturità, sono concetti utilizzati abitualmente per descrivere un grande vino, ma anche caratteristiche della natura e dell’esistenza umana, senza le quali la creazione musicale non sarebbe, o sarebbe altro.

Nel Jazz le esperienze individuali e l’identitĂ  del singolo musicista si integrano con la tradizione delle culture musicali nella sintesi dell’improvvisazione, che è istantanea e complessa come lo sono i procedimenti della degustazione di un Sommelier.

Per questo il musicista Massimiliano Torsiglieri e Mauro Rossetto, conservatore di museo e docente Sommelier, hanno proposto ad Arrigo Cappelletti, pianista e compositore tra i più autorevoli sulla scena del Jazz italiano, di accostare brani del suo repertorio per solo piano con alcuni grandi vini dei paesi emergenti, scegliendoli insieme per l’aderenza della loro personalità alla poetica delle singole composizioni musicali.

Ogni gruppo di brani sarà eseguito dopo che i Sommelier del Centro Tecnico dell’Atelier avranno servito il vino al musicista e al pubblico. Mentre “degusteranno” con le orecchie e con l’anima la musica, eseguita nella cornice suggestiva di Palazzo Manzoni, i convenuti potranno sorseggiare i nettari e valutarne l’abbinamento con la musica.

Tra una serie di brani e la successiva si prevede una pausa per il servizio.
Al termine presentazione dei vini e loro riassaggio accompagnato da salumi, formaggi e altri prodotti tipici di qualitĂ  della Valsassina.

ARRIGO CAPPELLETTI
Nato a Brunate (Como), dopo una laurea in Filosofia si è dedicato al jazz realizzando fin’ora quindici dischi a suo nome di cui almeno quattro (Samadhi, Reflections, Pianure, Terras do risco) hanno avuto importanza nella definizione di una via italiana al jazz fatta di lirismo, introspezione e collegamenti con altre culture. Raro esempio di musicista/intellettuale, è molto attivo nella didattica jazzistica: oltre ai numerosissimi corsi e seminarii tenuti in scuole pubbliche e private, ha insegnato jazz ai Conservatori di musica di Sassari e Como. Attualmente è docente universitario di “Didattica del jazz” e “Pratiche dell’improvvisazione” presso il Politecnico delle Arti e delle Scienze di Vibo Valentia. Ha pubblicato per la casa editrice ESI (Napoli) il libro “Il profumo del jazz”, dispense e manuali di didattica musicale e. ultimamente, il fortunato saggio “Paul Bley – la logica del caso”.
Da qualche anno, quando non è in viaggio per i suoi incessanti impegni artistici e didattici, vive a Varenna, in provincia di Lecco. E’ uno dei soci fondatori dell’Atelier delle Arti e del Gusto.

Sempre Giovedì, alle ore 18.00, Arrigo Cappelletti presenta a Barzio il suo nuovo libro “Paul Bley, la logica del caso”, LEPOS editore per la collana “I suoni del mondo” di Luca Cerchiari.

Palazzo Manzoni ospita anche “Vino in cornice”, una mostra di dipinti dedicati al tema del vino organizzata dalla Biblioteca Civica in collaborazione con l’Atelier delle Arti e del Gusto.

Dal 7 al 22 agosto, ore 18.00 – 23.00, ingresso libero.

Info: tel./fax 0341/360592
E-mail: atelier@promo.it