Da “CESIRA” al Passo della Presolana

Come sentirsi in Paradiso e in pace con il mondo



Il Passo della Presolana unisce la Val Borlezza e la Val Seriana alla Valle di Scalve; è situato ad un’altitudine di 1.297 m s.l.m. tra i comuni di Castione della Presolana, Colere ed Angolo Terme. La Valle di Scalve confina con Valtellina, Valcamonica e Valseriana ed è adagiata tutta sul territorio della Provincia di Bergamo; la Valle è cerchiata di montagne fra le cui cime spiccano il Massiccio della Presolana, il Pizzo Tornello, il Cimon della Bagozza e il Pizzo Camino (m. 2492). Tra i quattro comuni più importanti delle valli spicca Colere (gli altri sono Azzone, Schilpario e Vilminore) famosa per piste da sci che fanno di questo centro ai piedi della Presolana una meta ambita da sciatori, turisti ed appassionati di sport invernali. Il Passo della Presolana è facilmente raggiungile in un’ora e mezzo da Bergamo, e lungo la strada troviamo frequentate strutture turistiche (hotel, ristoranti e bar).

Proprio al Passo, da una cinquina d’anni si trova un locale ristorativo, di nuova struttura, panoramico e di piacevole visione “artistica” interna. All’entrata un bar, un forno per il pane (tutto fatto in casa da Vanni Berlingheri, con farine Petra, come pure i friabilissimi grissini al formaggio e ai semi di papavero), una graziosa saletta per sedici persone, vetrinette con bottiglie di vino ben scelte e in bella mostra per essere servite in tavola (non c’è Carta dei Vini – ma le ottime bottiglie vengono ben suggerite in abbinamento ai piatti da Cesira Berlingheri) e quindi spazio a due ampi saloni con grandi tavoloni in legno. Il primo salone di destra si affaccia direttamente sulla valle e l’altro ha in bella vista la cucina (ampia e spaziosa) dove opera ai fornelli il marito di Cesira, Dario Soldo.

Qui, in una delle poche giornate di sole di questa estate piovosa, ci sono salito con altri tre amici, valenti gourmet e colleghi di penna, dopo aver letto un articolo sulle pagine dell’Eco di Bergamo. Mai suggerimento fu così azzeccato per simpatia dei titolari, per professionalità degli addetti in sala, per la qualità dei piatti propostici e per la piacevolezza di mangiare in un locale strapieno (cose da non credere).

Ma a chi legge propongo prima di passare ai piatti che sono stati serviti a noi quattro, cosa ha scritto “ il ” Ghisalberti sull’Eco di Bergamo: “…una cucina, sostanziosa come è giusto che sia a queste latitudini eppure raffinata, tradizionale nelle basi ma aperta alle novità. Provare per credere i piatti «micologici» come il risotto ai porcini o la tagliata di Fassona con porcini alla genovese. Oppure i canederli alle erbe di montagna con fonduta di formaggi; la parmigiana di verdure; le tagliatelle con Branzi e tartufo nero; il guanciale di manzo stufato con polenta. E chi non vuole rinunciare al pesce trova soddisfazione con la catalana; la purea di fave con gamberi; gli spaghetti di Gragnano con vongole e bottarga; il tonno ed i calamari alla brace con insalata d agrumi. Per non dire dei dolci, d’alta scuola come la crostatina al cioccolato con fichi freschi caramellati o i bignè chantilly con frutti di bosco”.

Detto ciò e avendovi già stuzzicato l’appetito propongo la sequenza delle pietanze che sono state servite al nostro tavolo. Partenza con i deliziosi pani e grissini con Franciacorta DOCG Riserva 2004 di Villa Crespia (in assoluto il miglior assaggio di questa importante Casa) con una “fondinetta di crema di ceci e castagne con funghi e foie gras spadellato su crostone di pane”. Già siamo andati …fuori di testa (da bis)!! A seguire un “tris con tocchetti di carne di Fassone marinata al momento con “finferla”, cupola di polentina con porcini e gallinacci”. Il bello è stato sentire la differenza di cottura e la gustosità dei diversi funghi.

Ai due piatti di pasta (rigorosamente fatta in casa) che sono seguiti: “Casonsei della Valle di Scalve” e “Foiade con finferli e porcini”, abbiamo abbinato un vino Etna Rosso Doc 2012 “A Picca A Picca” di Mattia Imberti (bergamasco che ha acquistato un vigneto ultracentenario sul vulcano più alto d’Europa, che vinifica le sue uve con la collaborazione dell’enologo Paolo Caciorgna). La bottiglia non l’abbiamo neanche vista. Troppo buono questo Nerello Mascalese, dal colore e gusto di pinot nero di Borgogna (ribes, ciliegie, fragole e lamponi e pepe nero macinato di fresco). Un vino da memorizzare per futuri acquisti.

Anche noi per capire cosa sta a significare avere ottimo pesce fresco in montagna, abbiamo voluto provare (e vedere!!!) la “Catalana”. Freschezza e qualità in ogni tipo di pesce, dai gamberi alle mazzancolle, dai calamari agli scampi…e poi quelle verdurine appena scottate con la cruda cipolla di Tropea. Una delizia.

Per il secondo di carne, dovremmo dire, un’apoteosi: “Costata di Charolaise e Bruna Alpina (carne da allevamento bergamasco) con funghi porcini trifolati e cappelle di funghi fritti”. La carne ben frollata era di una morbidezza indicibile, ricca di succosità e delicata grassezza. Di certo al pari se non migliore di una fiorentina di Chianina toscana. I funghi erano stati raccolti di mattino presto ed erano, prima di essere cotti, ben in vista dietro la vetrata che guarda in cucina. Un ottimo vino locale in abbinamento: Luna Rossa Bergamasca Rosso VDT 2011 dell’azienda Caminella di Cenate Sotto.        

A chiudere due dessert, deliziosi (ma la fame non c’era quasi più): “Bigné Chantilly con frutti di bosco” e “Cestino croccante con crema tenera al cioccolato”. In abbinamento un Moscato Rosa 2002 dell’Abbazia di Novacella. Ancora perfettamente godibile. Caffè e grappino bergamasco.

Davvero una bella scoperta da suggerire sia a pranzo che a cena, dove lo scenario sarà certamente fantastico con vista sia sui monti che sulla sottostante valle. Si spende un pò di più della media dei ristoranti in zona: per un menu completo, intorno ai 50/60 euro, vini esclusi. Ma il livello delle prestazioni li giustifica ampiamente.

Il locale è anche Pizzeria (solo di sera). Al forno sempre Vanni. La pizza (che noi non abbiamo provato) ci è stata spiegata. Farina del Molino Quaglia. La pasta, già in panetti, viene lasciata a lievitare per circa 72 ore; i dischi di pizza conditi con materie prime di qualità, vengono cotti nel forno a legna di faggio. Da provare la «valligiana» con formaggella della Val di Scalve, salsiccia e funghi porcini affettati a crudo.

“Cesira” è in via Cantoniera, 1 al Passo della Presolana – 24020 Colere (BG)

tel. 0346.30049; cell: 347. 5440175;

chiuso tutto lunedì e mercoledì sera (agosto sempre aperto)

 

 

Qui di seguito vi proponiamo il Menu di Agosto

 

Antipasti:

Ricotta e formaggella del “Ciupì” con fichi caramellati e lardo d'Arnad  € 14,00

Sfogliata con petto d'anatra marinato e verdure                                               € 14,00

Sformato di polenta e zola con cotechino cremasco                                        € 14,00

Tortino di zucchine e mele con mortadella                                                       € 14,00

Focaccia integrale con crudo di Parma, bufala e l'acciuga                                 € 14,00

Polentina con fonduta di Branzi al tartufo nero                                     € 16,00

Terrina di foie gras con pan brioches                                                              € 22,00

La catalana                                                                                                    € 25,00

Crema di finocchio e sedano con capesante croccanti alla pancetta                  € 16,00

Il salmone affumicato da noi                                                                            € 15,00

 

Primi piatti:

Parmigiana di verdure con verdure fritte                                                          € 14,00

Pizzoccheri alla valtellinese                                                                              € 14,00

Canederli alle erbe di montagna con fonduta di formaggi                                  € 14,00

Foiade con finferli e porcini                                                                             € 14,00

Tagliatelle con Branzi e tartufo nero                                                                 € 16,00

Casoncelli alla bergamasca                                                                              € 14,00

Risotto alla zucca con Salva cremasco e pere                                      € 14,00

Crema di patate, funghi e castagne con scaloppa di foie gras                € 16,00

Spaghetti di Gragnano con gamberi rossi e briciole di pane                              € 18,00

Gnocchi di patate con cozze, calamari e asparagi                                            € 16,00

 

Dalla griglia:

Fiorentina di Fassona piemontese con contorni (x 2 persone)               € 60,00

Bistecca di Black Angus con contorni (x 2 persone)                            € 65,00

Bistecca di Charolaise con contorni (x 2 persone)                                           € 60,00

Grigliata americana con salsa barbecue                                                           € 24,00

II nostro hamburger                                                                                       € 16,00

Tagliata di picanha con pinzimonio                                                                  € 18,00

 

Secondi piatti :

Tartara di filetto con insalata di porcini freschi                                     € 22,00

Galletto alla diavola                                                                                        € 16,00

Stufato di manzo con polenta                                                                          € 15,00

Coniglio alla bergamasca con funghi e polenta                                     € 16,00

Lumache trifolate con erba cipollina e erbe di montagna                                   € 16,00

Tagliata di Fassona con porcini alla genovese                                      € 20,00

Filetto di orata con verdure stufate                                                                  € 18,00

Trancio di baccalà con patate al latte                                                               € 20,00

Tonno e calamari alla brace                                                                             € 22,00

 

*****

Selezione di formaggi con confetture                                                   € 14,00

 

Dessert:

Sfera di cioccolato con gelato affogato al caffè                                     €  9,00

Mousse allo yogurt con gelatina al lime e fragole                                              €  8,00

Trifle alle pesche                                                                                             €  8,00

Liquirizia e liquorone                                                                                       €  8,00

Cestino croccante con crema tenera al cioccolato                                            €  8,00

I sorbetti di rabarbaro e basilico con limone                                                     €  8,00

Crème brulé con coulis di lamponi                                                                   €  8,00

Bignè chantilly con frutti di bosco                                                                    €  8,00

Cheese cake ai frutti di bosco                                                             €  8,00

Carpaccio d'ananas con gelato                                                            €  8,00

Pere e prugne cotte con gelato                                                            €  8,00

Torte della casa                                                                                              €  6,00

Mirtilli di montagna con babà al limoncello                                                       €  9,00

 

********

 

Servizio a cura di Rocco Lettieri