ROSA vino rosato di Donnafugata – Dolce&Gabbana

ROSA

il nuovo vino rosato 2019 di Donnafugata – Dolce&Gabbana

Il piacere della famiglia che si riunisce a tavola e la convivialità che sopravvive anche in questo momento delicato: Dolce&Gabbana e Donnafugata rinnovano la loro collaborazione dando vita a ROSA, un inedito vino rosato dalla personalità fruttata e floreale. Un messaggio di positività e rinascita comuni, ripartendo dalle proprie radici: la Sicilia.

Amore per la loro terra natale, cura per i dettagli e artigianalità: accomunate dalla volontà di far conoscere a ogni angolo del mondo i colori, i profumi e la storia della cultura siciliana, queste due eccellenze del Made in Italy rafforzano la loro partnership in nome della tradizione e del saper fare del Bel Paese.

ROSA, il nuovo vino rosato nato dalla vendemmia del 2019, √® il frutto di un blend originale di due vitigni autoctoni tra i pi√Ļ importanti della tradizione dell‚Äôisola: il Nerello Mascalese e il Nocera.

Connotato da una raffinata sfumatura rosa, questo vino si contraddistingue per un elegante bouquet di gelsomino, arricchito da delicati sentori di fragolina di bosco, pesca e bergamotto.

Mentre il Nerello Mascalese conferisce una particolare mineralità e delicatezza floreale derivante dalla natura vulcanica e dal microclima delle pendici dell’Etna dove è prodotto, il Nocera, un’antica varietà che dopo anni di sperimentazione Donnafugata ha deciso di coltivare sulle colline di Contessa Entellina, conferisce l’accattivante componente fruttata di rosa.

Dal packaging ispirato all’iconico carretto siciliano, ROSA racchiude l’atmosfera, la tradizione e la cultura dell’isola, elementi che ricorreranno in tutti i futuri progetti frutto della collaborazione.

*****

Descrizione ampelografica del Nerello Mascalese:

Il Nerello Mascalese √® un vitigno a bacca rossa autoctono della Sicilia, specificatamente della parte orientale dell’isola, le cui origini possono essere fatte risalire alla colonizzazione greca del VII secolo avanti Cristo, quando questo popolo inizi√≤ ad occupare proprio le coste del Messinese e quelle calabre per poi insediarsi in tutto il Meridione. Nonostante la mancanza di fonti storiche certe vista l’epoca, c’√® comunque la sicurezza che il Nerello Mascalese sia da far risalire alla fondazione di Naxos, da dove poi si diffuse nel catanese e nel messinese, lasciando la zona del litorale per espandersi anche all’interno fino alle pendici dell’Etna, dove trov√≤ in epoca romana i terreni vulcanici pi√Ļ adatti alla produzione del vino. Appartiene a questa area infatti la vinificazione dei famosi mamertini che emozioneranno dapprima i Dionigi di Siracusa per poi diffondersi in tutta la costa orientale e divenire un vino ricercatissimo e costoso con l’arrivo dei Romani.

https://www.vinook.it/

*****

Descrizione ampelografica del Nocera:

Il Nocera √® un vitigno nero autoctono della Sicilia dove occupa porzioni di territorio locate soprattutto nella provincia di Messina, con qualche ettaro anche nel restante settore est dell’isola, in particolare nelle provincie di Ragusa e Siracusa. Si tratta di un vitigno antichissimo, tra i primi a comparire in Italia, la cui introduzione si deve all’arrivo delle prime colonie greche databili intorno al VII secolo avanti Cristo, origine tipica per i vitigni del Meridione. Lo storia del vitigno si associa a quella dei Nerelli di cui √® molto simile e con cui condivide anche l’area geografica di maggior interesse, tanto che si ritiene essere stato usato in antichit√† per la produzione dei nobili ed aristocratici¬†Mamertinum¬†che i Romani apprezzavano particolarmente nelle gradi occasioni. La sua immensa qualit√† era conosciuta gi√† allora e oltre ai Marmetinum veniva quasi sicuramente impiegato anche per un altro grande del passato, lo¬†Zancle. Secondo il Pastena che lo descrisse nel 1973, in Sicilia il vitigno si trova in particolare nella zona di Milazzo, anche con i sinonimi di Nucera, Nucera Niura, Nocera di Catania e Nocera nera di Milazzo. https://www.vinook.it/

 

ROSA sarà disponibile da giugno su

https://world.dolcegabbana.com/food-beverage

e su

www.donnafugata.it/it/i-vini/rosa/

Contatti:

Dolce&Gabbana           Press Office:                press@dolcegabbana.it

Donnafugata                 Nando Calaciura:          calaciura@granviasc.it

P.R.                    Baldo M. Palermo:       baldo.palermo@donnafugata.it

Foto di Fabio Gambino

*****

                                       A cura di Rocco Lettieri