St. Moritz Gourmet Festival 2023

St. Moritz Gourmet Festival 2023

un viaggio culinario attraverso le migliori cucine del Medio Oriente

L’Alta Engadina, innevata, ha fatto da cornice alle delizie culinarie del Medio Oriente all’insegna del motto “Cucina mediorientale”. Dieci rinomati chef ospiti hanno deliziato gli ospiti del Festival dal 20 gennaio e sino al 28. La risposta agli Eventi Ufficiali e agli Eventi Speciali è stata costantemente positiva. Si è cominciato venerdì 20 gennaio scorso, con il Porsche Grand Opening al “Grand Hotel des Bains Kempinski” di St. Moritz, dove l’evento inaugurale è stato spettacolare.

 

I primi cinque dei dieci chef ospiti del festival – Najat Kaanache, Sami Tamimi, Silvena Rowe, Tomer Tal e Zineb “Zizi” Hattab – hanno incantato gli ospiti al Porsche Grand Opening con i loro creativi assaggi gourmet. Che si trattasse di “Merguez Bun con mostarda di limone salata e tostada di Kefta” di Zizi Hattab e dello chef locale Maxime Luvara, di un “Tiramisù vegano con pistacchio e caffè turco” dell’Executive Chef Kari Walker e della sua chef ospite Silvena Rowe o di “Koftas di pesce con sommacco Yogurt, peperoncino rosso e aneto” di Sami Tamimi e dello Chef Fabrizio Zanetti, i 300 ospiti hanno potuto degustare i piatti preparati dagli chef ospiti e locali in diverse postazioni gourmet e sono stati così debitamente messi in vena per questo festival gastronomico.

Il leggendario Kitchen Party al “Badrutt’s Palace Hotel” non si è fatto attendere. Infatti il 23 gennaio tutti e dieci gli chef ospiti e gli Executive Chef degli hotel partner si sono ritrovati insieme ai fornelli nella grande cucina del lussuoso Badrutt’s Palace Hotel dove hanno servito le loro prelibatezze agli ospiti direttamente sul posto. Gal Ben Moshe e Rolf Fliegauf hanno servito “Sorbetto di melanzane / Jameed & Rice Crisp”, Musa Dağdeviren e Gero Porstein hanno presentato “Kitel Sirimast”, mentre Tomer Tal e Gian Nicola Colucci hanno servito “Blue Crab / Aromatic Crab Bisque”. Gli ospiti hanno potuto guardare i professionisti durante la preparazione e degustare tutto all’istante. I piatti sono stati accompagnati da Champagnes e vini pregiati con musica dal vivo. Poi per l’after party gli ospiti si sono spostati nell’esclusiva discoteca “King’s Social House”, dove un dj ha tenuto viva la festa fino alle prime ore del mattino.

A stretto contatto con gli chef ospiti, come ogni anno, i Gourmet Dîners hanno costituito il fulcro del St. Moritz Gourmet Festival. Durante le serate esclusive negli hotel partner del festival, l’attenzione è tutta sull’arte culinaria di ogni singolo chef ospite, sulla sua creatività e sulla sua personale espressione gastronomica. I Gourmet Dîners sono l’occasione perfetta per sperimentare le abilità culinarie degli chef ospiti in un’atmosfera elegante. Durante le deliziose esperienze di gusto individuali, gli ospiti hanno potuto approfondire l’affascinante mondo culinario del Medio Oriente e gustare le prelibatezze della cucina araba, israeliana, libanese, palestinese, marocchina, greca e turca.

Tra gli eventi il “Fascination Champagne” e il “Caratello Wines St.Gallen” con il viticoltore Salvatore Ferragamo, venuto appositamente. per l’occasione. “È stata un’esperienza gastronomica unica, cibo e vini erano perfettamente abbinati e armonizzati magnificamente”, ha commentato felicemente Peter Egli, direttore della Suvretta House.

Domenica 22 gli chef ospiti sono stati in azione al Paradiso Mountain Club, dove il Mountain Brunch ha incantato gli ospiti davanti a una cornice da sogno. Ad esempio, Tomer Tal, chef ospite del “Grand Hotel des Bains Kempinski”, ha creato un aromatico “Tataki di pesce con bagel di Jaffa, salsa all’aglio e un duetto di kefir acido e crema di melanzane nere”. “Semplicemente un sogno!” è stato il parere unanime degli ospiti.

Lunedì 23 gennaio, presso il “Grand Hotel Kronenhof” e l’adiacente “Hotel Saratz”, si è svolto il tutto esaurito “Culinary H3 in Pontresina: Hinterhof Hotel Hopping”. Gli chef ospiti Silvena Rowe e Alan Geeam hanno servito, tra gli altri, “Branzino selvatico, carciofi, spuma e patatine” e “Risotto al tartufo bianco, cuori di palma, purea di sedano rapa e crema di Zhoug” – uno sguardo emozionante dietro le quinte di entrambi gli hotel è stato incluso.

Nella seconda parte dei 10 Gourmet Dîners si sono alternati Alan Geaam, Musa Dağdeviren, Gal Ben Moshe, Athanasios Kargatzidis e Raz Rahav. Il 25 gennaio, tutto ruotava attorno al vino al “Waldhaus Sils”. “Degustazione paradisiaca di vini diabolicamente buoni” era il nome dell’evento in cui il maestro sommelier Benjamin Wolf della Martel Wines St. Gallen ha aperto agli ospiti nuovi orizzonti del vino che ha lasciato agli ospiti un motivo di più per apprezzare il Gourmet Dîner di Musa Dağdeviren, che si è tenuto nelle sale dello stesso “Waldhaus Sils”.

 

 

È impensabile immaginare il St. Moritz Gourmet Festival senza i “Gourmet Safari”, che quest’anno hanno registrato il tutto esaurito dopo pochi giorni. Durante i tour gastronomici attraverso i vari hotel partner, gli ospiti hanno potuto gustare i menu seduti al tavolo dello chef in cucina.

 

Il St. Moritz Gourmet Festival 2023 è poi proseguito sino a sabato 28 gennaio con l’Oriental Closing Night al Kulm Hotel St. Moritz. Alan Geaam, Musa Dağdeviren, Gal Ben Moshe, Athanasios Kargatzidis e Raz Rahav hanno cucinato per gli ospiti un cena di gala esclusiva e come sempre al completo: i piatti, la presentazione e l’atmosfera sono più personali ed esclusivi che in nessun altro evento.

La serata è giunta ad un degno finale nel “Sunny Bar” dell’hotel, riccamente decorato, gioiosa anticipazione del St. Moritz Gourmet Festival 2024, un anniversario che sarà celebrato per la 30esima volta. “Annunceremo le date esatte entro le prossime settimane”, ha affermato Martin Scherer, presidente dell’Associazione St. Moritz Gourmet Festival e direttore dell’ “Hotel Saratz” di Pontresina. “Per il 30° anniversario del leggendario St. Moritz Gourmet Festival, il comitato organizzatore ha escogitato qualcosa di molto speciale: è tempo di emozionarsi!”

******

 

 

 

 

Le foto sono interne, esterne e di alcuni piatti sono di @David Hubacher.

*****

Ufficio stampa: WOEHRLE/PIROLA

Tel. +41 44 245 86 88

Email: zimmermann@woehrlepirola.ch

www.stmoritz-gourmetfestival.ch

a cura di Rocco Lettieri