NITTARDI e la 28esima etichetta firmata

GĂśNTER GRASS FIRMA LA XXVIII ETICHETTA ARTISTICA NITTARDI
“UNA CHIOCCIOLA TRA I VIGNETI DELLA”

Günter Grass disegna la XXVIIIesima etichetta artistica per l’annata 2008 del Chianti Classico “Casanuova di Nittardi”: il motivo scelto sia per l’etichetta che per la carta seta che avvolge le preziose bottiglie è una chiocciola su un grappolo d’uva. Con il grappolo d’uva Günter Grass rievoca un millenario motivo mitologico e la lumaca, suo animale preferito, gioca un ruolo importante nell’opera dell’artista, a partire in particolare dal 1972, data di pubblicazione di: “Dal diario di una lumaca”. Ecco cosa rivela nel suo diario: “io sono l’incarnazione umana della lumaca. Con il mio impeto ad andare avanti, a guardarmi dentro, con la mia tendenza a trascinarmi, con la mia più profonda inquietudine e impazienza, sono una lumaca”.

Con grande entusiasmo Peter Femfert e sua moglie Stefania Canali, dal 1981 proprietari della storica Fattoria Nittardi, situata nel cuore della Toscana tra Siena e Firenze, hanno collaborato con il grande scrittore tedesco per la realizzazione della XXVIIIesima etichetta artistica per il loro amato Chianti Classico “Casanuova di Nittardi”. Prima di lui celebri artisti contemporanei come A.R. Penck, Corneille, Mitoraj, Emilio Tadini, Arroyo, Giuliano Ghelli, Valerio Adami, Yoko Ono, Mimmo Paladino, Horst Janssen, Friedensreich Hundertwasser hanno realizzato un’autentica galleria di capolavori in bottiglia.

Günter Grass, nasce a Danzica nel 1927 e nel 1959 conquista i lettori di tutto il mondo con il suo romanzo “Il tamburino di latta”. Nel 1999 Grass consegue il Premio Nobel per la Letteratura. Lo scrittore tedesco si colloca tra i più grandi di sempre anche in qualità di scultore, pittore e grafico e lo dimostra con questa bellissima interpretazione del legame tra arte e vino, elemento caratterizzante la Fattoria Nittardi fin dalle sue origini. Michael Jurgs, noto giornalista ed editorialista, cita nella sua imperdibile “Biografia di un poeta tedesco: Günter Grass” le seguenti parole dell’artista: “al tempo in cui lavoravo al mio “Diario di una lumaca” ero solito realizzare incisioni lineari. Per molti anni, potrei dire decenni, ho accompagnato questa mia attività alla scrittura, tanto che nel tempo ho realizzato ben oltre 350 incisioni.” Ancora oggi dichiara di dedicare qualche ora delle sue giornate alla pittura che “è stata la prima grande passione”.

Attualmente Grass vive vicino a Lubecca, dove gli è stato dedicato un museo: è il primo scrittore tedesco in vita a ricevere questo onore. Curiosa coincidenza: il museo venne realizzato all’interno di una casa e il commerciante che la utilizzava trasferì la sua attività nell’edificio accanto; trattasi di un’enoteca di un commerciante di vino.
Non stupisce quindi che il suo nome appaia nella prestigiosa schiera di artisti, che hanno realizzato le etichette e le carte seta dei vini di Nittardi. Questo anche in “omaggio a Michelangelo Buonarroti, l’illustre proprietario del vigneto di un tempo”, come afferma Peter Femfert, proprietario insieme alla moglie Stefania della Fattoria Nittardi, elevata a 450 m slm fra le colline del Chianti, simile ad un maniero. E potrebbe trattarsi proprio del maniero immaginato da Günter Grass: in una notte addolcita dal vino, come lo stesso autore racconta, egli avrebbe confidato a un amico di sognare un castello dove poter vivere gioiosamente insieme a tutte le donne della sua vita, tutti i figli e nipoti; tutti sotto lo stesso tetto. Lui naturalmente vivrebbe in cima, nel suo atelier. Là, dove nascono i sogni, come la lumaca di Grass nel vigneto.

LA FAMIGLIA

Da 25 anni, la Fattoria Nittardi, si espande grazie all’appassionata conduzione di Stefania Canali e Peter Femfert. Stefania, storica originaria di Venezia, ha studiato a Firenze e successivamente ha proseguito alla Columbus University negli Stati Uniti. Peter, editore d’arte a Francoforte, ha imparato ad apprezzare e ad amare l’Italia innanzitutto per ragioni di lavoro. In passato, per diversi anni ha esplorato il mondo a piedi, in particolare la costa africana e, in occasione di diverse spedizioni, ha esplorato gli oceani da solo in barca a vela. Dopo il loro primo incontro a Berlino, seguito rapidamente dal matrimonio a Venezia, la giovane coppia, pur senza parlare la stessa lingua, si accordò sull’aspetto sostanziale su cui si sarebbe dovuto basare il loro futuro: il loro motto divenne “Per Aspera ad Astra”, e asperità e grandi soddisfazioni si sono rivelati fedeli compagni di viaggio. Stefania lasciò l’ufficio stampa dove lavorava a Venezia e si è dedicata da allora completamente alla galleria, a Nittardi e ai figli Leon e Damiano. Le radici profonde non temono la tempesta: Peter ha continuato a navigare per il mondo, partecipando alla ARC (Atlantic Rally for Cruisers) da Las Palmas a Santa Lucia, alla Blue Race da Newport ad Amburgo, ma nel frattempo, le radici di Nittardi divenivano sempre più solide. Qui, infatti, Peter insieme a Stefania ha continuato a piantare migliaia di querce, esteso gli uliveti, rinnovato i vigneti. Su questa terra è racchiusa la forza e l’anima della famiglia.

I VINI DELLA FATTORIA NITTARDI

CHIANTI CLASSICO “CASANUOVA DI NITTARDI”
Il Chianti Classico coltivato in modo tradizionale viene ottenuto quasi esclusivamente dalle pregiate uve del Sangiovese di Nittardi, che crescono ad oltre 400 metri di altitudine. Solo una piccola parte, pari al 3%, di uva Canaiolo è necessaria a rendere il vino più morbido e rotondo. Durante la produzione, sia nelle vigne che nella cantina, questo vino d’annata di Nittardi gode di particolare cura e attenzione. I 6 mesi di affinamento in botti di rovere francese sottolineano la morbidezza di questo Chianti Classico capace anche di un buon invecchiamento.

CHIANTI CLASSICO “NITTARDI” RISERVA SELEZIONATA
Nelle annate di grande qualità si produce il Nittardi Chianti Classico Riserva. La raccolta delle uve destinate alla Riserva viene effettuata separatamente nella Vigna Alta e l’invecchiamento si protrae per almeno 24 mesi in botti giovani di rovere francese, e 3/5 anni dopo la messa in bottiglia si inizia a gustare questo vino, che tramuta il tempo in qualità. Nel corso degli ultimi anni la Riserva Nittardi ha ottenuto più volte riconoscimenti prestigiosi, come i 3 Bicchieri del Gambero Rosso, il Decanter Award, il massimo punteggio della Grand Jury Européen e le 5 Bottiglie, Vino dell’eccellenza de I vini d’Italia de L’Espresso.

“NECTAR DEI” IGT MAREMMA
Nectar Dei, l’IGT Maremma della Fattoria Nittardi, vino principe dell’azienda chiantigiana, cresce a Mongibello delle Mandorlaie, zona vocata a 250 m d’altezza tra Scansano e Montiano nella Maremma meridionale. Il Nectar Dei è stato battezzato con l’antico nome Nittardi risalente al 1182. Nectar Dei 2004 è stato premiato con il prestigioso Decanter Award come “miglior vino della costa maremmana”.

“AD ASTRA” IGT MAREMMA
Ad Astra, un cuvée di Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e Sangiovese è il vino più giovane della Fattoria Nittardi in Maremma. Le nuove viti crescono nella Toscana meridionale coccolate dal sole e dalla brezza del mare sulle colline alte 250 m di Mongibello delle Mandorlaie, poco lontano da Scansano. Un vino fresco, leggero dalle fragranze insolite, ottimo da gustare anche in estate.

LA COLLEZIONE DELLE ETICHETTE ARTISTICHE NITTARDI
1981 – Bruno Bruni
1982 – Maurilio Minuzzi
1983 – Karl Korab
1984 – Simon Dittrich
1985 – Miguel Berrocal
1986 – Alfred Hrdlicka
1987 – Paul Wunderlich
1988 – Rudolf Hausner
1989 – Friedensreich Hundertwasser
1990 – Horst Janssen
1991 – Valerio Adami
1992 – Corneille
1993 – A.R. Penck
1994 – Eduardo Arroyo
1995 – Raymond Waydelich
1996 – Luigi Veronesi
1997 – Igor Mitoraj
1998 – Elvira Bach
1999 – Emilio Tadini
2000 – Sandra Brandeis Crawford
2001 – Volker Stelzmann
2002 – Giuliano Ghelli
2003 – Robert Combas
2004 – Klaus Zylla
2005 – Yoko Ono
2006 – Mimmo Paladino
2007 – Tomi Ungerer
2008 – GĂĽnter Grass

Per informazioni:
Fattoria Nittardi
53011 Castellina in Chianti (Siena)
Tel: 0577. 740269
www.nittardi.com

UFFICIO STAMPA – PAOLINI COMUNICAZIONE
Valentina Paolini
vp@paolinicomunicazione.it
Tel. 339 8434196

Alessandra Mangini
am@paolinicomunicazione.it
Tel. 339 8599765

A cura di Rocco Lettieri