Festival gastronomico di St. Moritz 2020

Festival gastronomico di St. Moritz 2020

31 gennaio – 8 febbraio
27esima edizione

Annuncio degli Chef ospiti 

Inizio della vendita dei biglietti

È tempo di concentrare il potere delle ragazze. Questa volta, solo le migliori cuoche della scena gastronomica internazionale sono invitate al St. Moritz Gourmet Festival 2020. Insieme agli acclamati Chef Esecutivi degli hotel partner, faranno esplodere un vero spettacolo pirotecnico di prelibatezze culinarie nella parte superiore Engadina per nove giorni a partire da fine gennaio. Il programma dell’evento del festival di culto è più vario che mai con oltre 40 punti salienti da godere. I buongustai prestino attenzione: la vendita anticipata degli ambiti biglietti per gli eventi è iniziata lunedì 4 novembre 2019.

Gli chef ospiti e il programma del St. Moritz Gourmet Festival 2020 sono stati presentati alla conferenza stampa al Baur au Lac di Zurigo. Con la decisione di invitare al festival esclusivamente chef ospiti femminili, gli organizzatori stanno trasmettendo un chiaro segnale che lo chef di Suvretta House, Fabrizio Zanetti, ha riassunto in poche parole: “Nella gastronomia di punta, gli uomini hanno ancora troppo al centro dell’attenzione , anche se ci sono le migliori donne del settore”. Nel suo secondo anno come direttore del festival culinario, è responsabile del reclutamento degli chef ospiti. “Il mio obiettivo era letteralmente guardare fuori dagli schemi degli ingredienti. Inoltre, le nostre chef ospiti femminili quest’anno presenteranno abilità culinarie più internazionali e diverse che mai in un festival gastronomico”, afferma Fabrizio Zanetti. Queste top chef si sono distinte per le loro capacità culinarie molto apprezzate, nonché per la loro influenza sociopolitica come chef e ambasciatrici culinarie nel loro paese di origine.

Arriveranno dall’Europa quattro grandi chef:

Cristina Bowerman, “Miglior chef italiana femminile in Europa 2018” che sarà ospite dell’Executive Chef Heros de Agostinis al Carlton Hotel St. Moritz durante il festival, è stata onorata per le sue abilità culinarie, una “contaminazione” della cucina moderna e classica, tutte le volte che ha per lei lavorare come imprenditore e ambasciatore per progetti sociali. Oltre a Glass Hostaria, Bowerman gestisce altri sette ristoranti di successo con circa 120 dipendenti.

 

Asma Khan, del ristorante Darjeeling Express di Londra, che è stata recentemente inserita nella guida Michelin “Watch List” sarà ospite dell’Executive Chef Mauro Taufer presso il Kulm Hotel St. Moritz e celebrerà le specialità “Mughlai” dei suoi antenati in India. Asma Khan ha sempre rotto con le convenzioni nella sua vita straordinaria. È la prima cuoca britannica ad avere un ritratto a lei dedicato da Netflix nella sua serie pluripremiata “Chef’s Table” nel 2019.

 

Judy Joo viaggerà dal suo nuovo ristorante Seoul Bird a Londra per diventare chef ospite al Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz. Nata in Corea, è una delle chef più influenti in Inghilterra e in Asia (ha il suo programma televisivo “Korean Food Made Simple”). Nella sua moderna cucina coreana, fonde aromi, ingredienti, sapori e tecniche di tre continenti.

 

L’Executive Chef Gero Porstein ospiterà il “Best Female Chef  2016 dell’America Latina” come chef ospite presso l’Hotel Waldhaus Sils a Sils-Maria, in particolare Kamilla Seidler, del ristorante Lola, aperto da poco nella sua città natale di Copenaghen. Qui continua la sua filosofia regionale dalla fattoria alla tavola, con la quale, come Executive Chef, ha aiutato il ristorante boliviano Gustu a ottenere riconoscimenti in tutto il mondo.

 

Anche 3 eccezionali chef asiatici verranno al festival:

Lanshu Chen di Taiwan, nominata “Miglior chef femminile dell’Asia” nel 2014, sarà ospite dello chef esecutive Fabrizio Zanetti alla Suvretta House e offrirà esperienze culinarie uniche. La sua “haute cuisine du terroir” è caratterizzata da creazioni poetiche, in cui raggiunge il massimo equilibrio tra le sue radici culinarie taiwanesi e la classica cucina francese. Il ristorante Le Moût di Taichung di Lanshu Chen, che ha gestito fino alla fine del 2018, è ancora oggi considerato il leggendario santuario dell’alta cucina di Taiwan.

 

La chef  Renu Homsombat del tempio dello zafferano di Bangkok formerà un duo culinario molto eccitante con lo chef esecutive Rolf Fliegauf, presso l’Hotel Giardino Mountain a Champfèr /St. Moritz. Renu Homsombat ispira a livello internazionale con la sua moderna cucina tailandese ai massimi livelli. Come “Corporate Thai Chef”, tiene anche saldamente in mano lo scettro culinario in tutti gli undici ristoranti Saffron Fine Dining presso il gruppo di hotel a cinque stelle Banyan Tree in otto paesi.

 

Sempre dalla capitale thailandese la “Migliore chef femminile dell’Asia 2018”, Bongkoch “Bee” Satongun entusiasmerà l’Alta Engadina durante il festival con le sue specialità contrastanti ospite dello chef esecutive Dariusz Durdyn all’Hotel Nira Alpina di Silvaplana-Surlej. Il marchio dello chef stellato del ristorante Paste di Bangkok è la sua passione per far rivivere ricette tailandesi storiche, in parte dimenticate da tempo in creazioni uniche. Oltre ai libri di cucina di famiglia, Satongun si ispira alla cucina europea e australiana.

 

Pure due protagonisti eccezionali della scena gastronomica del Sud America sono stati invitati al festival:

Con “La migliore chef femminile dell’America Latina 2019” Carolina Bazán dal Cile, l’Executive Chef Giovanni Caruso sta entrando in un entusiasmante collegamento culinario presso l’Hotel Saratz a Pontresina, che sarà per la prima volta un hotel partner del festival. Nei piatti di Carolina Bazán elementi dell’alta cucina francese si fondono con i tradizionali prodotti stagionali del Cile. I suoi piatti d’autore includono “Ricci di mare con purea di fagioli e dashi” e “Polpo delle isole Juan Fernández su insalata di patate cilena e salsa pebre”. Dirige il suo ristorante Ambrosía a Santiago del Cile insieme al suo partner, Sommelier Rosario Onetto.

 

Bel Coelho dal Brasile risponde alla chiamata dell’executive chef Fabrizio Piantanida al Grand Hotel Kronenhof di Pontresina. Dopo periodi internazionali, tra gli altri a El Celler de Can Roca, ha aperto il suo ristorante Clandestino a San Paolo e le è stato assegnato il premio come “Best New Chef 2004” poco dopo. Come parte del suo programma di cucina televisiva mondiale “Travel Recipes”, la fervente sostenitrice di un’industria alimentare sostenibile ha intrapreso un viaggio di scoperta attraverso oltre 35 città del suo paese d’origine. Ciò ha portato, ad esempio, al suo menu “Biomi”, in cui i singoli corsisti affrontano ciascuno un ingrediente tipico di un particolare habitat brasiliano (Amazonas, Pantanal, Cerrado e Pampas).

 

Ultima delle chef invitate è la svedese a due stelle Emma Bengtsson del ristorante newyorkese Aquavit che viaggerà dal Nord America al festival per diventare chef ospite di Matthias Schmidberger al Grand Hotel des Bains Kempinski di St. Moritz. Qui, come pasticcera ed executive Chef, si diletterà con dessert e piatti eccezionalmente aromatici del suo paese d’origine. La sua storia di successo è leggendaria. Emma Bengtsson è stata nominata “Migliore chef femminile del mondo 2018” dalla giuria di alto livello al Best Chefs Award ed è l’unica cuoca svedese a due stelle in America.

 

Il presidente del Festival gastronomico di St. Moritz e direttore dell’Hotel Saratz di Pontresina, Martin Scherer,  ha dichiarato durante la conferenza stampa: “Che si siano distinti nelle principali guide gastronomiche o che siano in cima alla prestigiosa lista dei” Migliori al mondo “: queste dieci chef ospiti insieme ai migliori Chef Executive degli hotel partner del festival significano che i nostri ospiti possono aspettarsi simbiosi unicamente affascinanti della cultura del cibo tradizionale e dell’alta cucina contemporanea”.

Un ricco programma di eventi per il massimo divertimento

Il nuovo format di eventi del Festival gastronomico di St. Moritz, ormai consolidato nel suo terzo anno, garantisce nove diversi giorni di divertimento. Dal 31 gennaio all’8 febbraio 2020, eventi culinari diversificati invitano gli ospiti a scoprire le abilità culinarie individuali delle donne chef provenienti da tutto il mondo e dei nostri Chef locali. L’inaugurazione del Grand Julius Baer al Kulm Hotel St. Moritz dà il via all’evento, seguita da sei serate di Gourmet Dîners e Gourmet Safaris, il Kitchen Party come incontro al vertice con tutti gli chef stellati del Badrutt’s Palace Hotel e la gloria coronante del festival, la Porsche Gourmet Finale alla Suvretta House di St. Moritz. Numerosi eventi speciali completano il programma del festival. I fan possono ancora una volta attendere i leggendari eventi di Champagne e vino, nonché le tentazioni di sciogliersi in bocca all’evento Chocolate Cult. Il nuovo due giorni Ecco Tavolata, il brunch a CheCha e il “Culinary H³” a Pontresina al Grand Hotel Kronenhof e l’Hotel Saratz, che celebra la sua prima volta quest’anno, garantiscono anche specialità culinarie. Gli organizzatori del festival sono particolarmente interessati a promuovere i giovani talenti della cucina. In vista del festival, si terrà il nono concorso “Young Engadine Talent“, per la prima volta in collaborazione con Swiss Hotel & Gastro Union. “Siamo molto entusiasti di questa nuova partnership, che sottolinea l’importanza che il nostro programma di sviluppo dei talenti ha raggiunto”, ha dichiarato Fabrizio Zanetti.

Festival con status di culto e richiamo mondiale

Oltre ai direttori e ai cuochi esecutivi degli hotel partner del festival e delle location degli eventi, i rappresentanti di quasi tutti gli sponsor e i partner del festival si sono riuniti a Baur au Lac di Zurigo. Il nuovo impegno di Porsche come “Sponsor del titolo e auto ufficiale”, ha dato una grande spinta al festival cult in vista della sua 27esima uscita. “La gastronomia di alto livello e il marchio Porsche si completano perfettamente a vicenda”, ha affermato Michael Glinski, amministratore delegato di Porsche Schweiz AG. “Entrambi non si limitano al prodotto. La ricerca della perfezione, l’attenzione ai dettagli e la passione che collegano i due, creano esperienze indimenticabili ed estremamente emotive per ospiti e clienti. Come sponsor del titolo e sponsor ufficiale dell’auto del Festival gastronomico di St. Moritz vorremmo trasmettere anche queste esperienze qui”. Rino Padrun, amministratore delegato e direttore della filiale di St. Moritz della banca privata Julius Baer, ​​che da cinque anni è già sponsor principale del Festival gastronomico di St. Moritz, ha anche sottolineato l’alto status del festival: “Il festival si è affermato come un importante appuntamento annuale in Engadina. Porta i migliori chef di tutto il mondo nella regione e lo rende anche un luogo di incontro per i buongustai. Sono estremamente lieto che Julius Baer possa contribuire al successo dell’evento come partner di lunga data. Nel gennaio 2020, le straordinarie creazioni di alta classe dei grandi noti della scena gastronomica delizieranno ancora una volta, ispireranno e coccoleranno”. Il festival di culto sarebbe impensabile senza il grande impegno di tutti i soggetti coinvolti. Riceve anche un grande sostegno nella regione, in particolare dal comune di St. Moritz, rappresentato nella conferenza stampa dal presidente della comune, Christian Jott Jenny.

Biglietti per eventi disponibili online – si consiglia la prenotazione anticipata

La vendita anticipata dei biglietti per l’evento avrà inizio lunedì 4 novembre 2019. I biglietti saranno disponibili online dalle 10:00 sul sito Web www.stmoritz-gourmetfestival.ch. Cena gourmet e singoli eventi speciali possono essere prenotati direttamente con gli hotel partner (vedere le informazioni sul programma sul sito Web).

Offerte alberghiere interessanti

Alcuni degli hotel partner del festival offrono offerte individuali. Includono biglietti per eventi e pernottamenti, nonché extra che rendono particolarmente attraente il soggiorno nel rispettivo hotel partner durante il periodo del festival. Le offerte si trovano anche sul sito Web www.stmoritz-gourmetfestival.ch, sotto i singoli ritratti di hotel, e possono essere prenotate direttamente con gli hotel partner.

Le notizie attuali sono disponibili sul sito www.stmoritz-gourmetfestival.ch e su Facebook.

A cura di Rocco Lettieri