Fattoria – Agriturismo Bellosguardo – Arezzo

Fattoria di Bellosguardo

Via Setteponti, 122 – 52029 Castiglion Fibocchi (AR) –  Telefono333 741 1985

Situato a Castiglion Fibocchi, a 44 km da Cortona, l’Agriturismo La Posta Reale offre un ristorante e la connessione WiFi gratuita. Tutte le unità abitative sono dotate di TV a schermo piatto, soggiorno con divano-letto, cucina attrezzatissima con zona pranzo e bagno privato con bidet e asciugacapelli. A vostra disposizione un frigorifero, un piano cottura, un bollitore e una macchina da caffè. Durante il vostro soggiorno potrete pescare nelle vicinanze o approfittare del giardino. L’Agriturismo La Posta Reale dista 16 km da Arezzo e 47 km da Rapolano Terme.  82 km dall’Aeroporto di Firenze, lo scalo più vicino.

https://www.booking.com/hotel/it/agriturismo-la-posta-reale.it.html

«Posta Reale è un agriturismo unico nel suo genere. Quando si arriva quello che ti colpisce è la bellezza del luogo,immerso nel verde tra vigne e olivi addirittura con un bel lago al centro della tenuta dove si può passeggiare. Da tutte le finestre del mio appartamento si poteva vedere il panorama e la sera ci siamo goduti un tramonto da fiaba. Le stanze sono molto grandi e arredate con gusto,il letto tra i più comodi che abbia mai trovato!! Per non parlare del ristorante Le 4 lire vicinissimo alla struttura con un menù ricercato ma semplice, fanno anche una pizza cotta a legna fenomenale. A tavola abbiamo trovato con piacere dell’ottimo vino ed olio prodotto sul posto dai proprietari, km 0 ,tutto nasce sul posto. Ve lo consiglio non solo d’estate ma in tutte le stagioni dell’anno. Torneremo sicuramente a trovarvi. grazie»

I VINI:

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Sortito 2018 Denominazione: IGT (Indicazione Geografica Tipica)

Allevamento: Cordone speronato

Varietà: Sangiovese 100%

Gradazione alcolica: 13,5%  (vino non filtrato)

Affinamento: In botti di acciaio inox o cemento

Densità d’impianto: 5000 Viti/Ha

Il vigneto per la produzione di Sortito è lavorato interamente in regime biologico per aver il massimo rispetto del prodotto e dell’ambiente che ci circonda. Durante tutta l’annata vengono usati per la lotta antiparassitaria solamente prodotti concessi nell’ agricoltura biologica: rame e zolfo.

La vendemmia viene effettuata manualmente e in cassette da 20kg. Il periodo di vendemmia del nostro Sangiovese viene deciso in base all’analisi di laboratorio degli acini per cercare di capire il momento migliore nel quale effettuarla.

La vinificazione viene effettuata in acciaio o cemento, dove il vino effettua la fermentazione alcolica con vari rimontaggi all’aria e délestages. La fermentazione malolattica anch’essa viene fatta in vasche di cemento o acciaio inox.

Maturazione: Il vino non effettua passaggi in barriques, solo acciaio e cemento; prima di essere commercializzato passa 6 mesi bottiglia.

Note Degustative:                           punteggio            88/100

colore rosso rubino carico, violaceo melanzana; archetti ben fermi sulle pareti del bicchiere;

profumo di impetto vinoso, floreale di viola e di iris; a seguire fruttato di amarena, susina, gelso rosso e mora di bosco con finale fresco di alloro;

in bocca ricorda la vinosità di un vino di una volta; tannini presenti e lineari; acidità viva che prolunga il retrogusto con note balsamiche.

Dal naso piuttosto sollevato, con un sacco di carattere balsamico così come di sambuco essiccato con qualche scorza d’arancia candita. Corpo medio, tannini fermi e finale fruttato.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Corridore 2016  IGT (Indicazione Geografica Tipica)

Allevamento: Cordone speronato

Varietà: Sangiovese 70% Cabernet Sauvignon 30%

Gradazione alcolica: 13,5%

Densità d’impianto: 5000 Viti/Ha

Il vigneto per la produzione di Corridore è lavorato interamente in regime biologico per aver il massimo rispetto del prodotto e dell’ambiente che ci circonda. Durante tutta l’annata vengono usati per la lotta antiparassitaria solamente i prodotti concessi dall’agricoltura biologica: rame e zolfo.

La vendemmia viene effettuata manualmente e in cassette da 20 kg.

Vinificazione in acciaio o cemento, 10 giorni di macerazione sulle bucce con vari rimontaggi e délestages. Malolattica in cemento.

Maturazione: Il vino effettua un passaggio di 14 mesi in barriques di rovere francese di secondo passaggio. Effettua in seguito un secondo affinamento di 8 mesi in bottiglia prima di essere messo in commercio.

Note Degustative:                           punteggio            90/100

Colore rosso violaceo intenso; archetti ben stretti che scendono piano sulle pareti del bicchiere; unghia ben staccata e bianca.

Al naso manca ancora il “boisé” del buon legno che rilascia note di spezie dolci (veniglia, noce moscata) e al secondo naso ha sentori fruttati di mora. Mirtilli, ciliegie sotto spirito, con finale non pulito.

In bocca è caldo, di buona struttura e con viva acidità; i tannini sono ancora duri, aggressivi (per gioventù), con sapidità che si allunga sino nel retrogola.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Posta Reale 2016 IGT (Indicazione Geografica Tipica)

Allevamento: Cordone speronato

Varietà: Sangiovese 100%

Gradazione alcolica: 13,5%

Affinamento: In botti di acciaio inox e cemento

Densità d’impianto: 5000 Viti/Ha

Il vigneto per la produzione di posta reale è lavorato interamente in regime biologico per aver il massimo rispetto del prodotto e dell’ambiente che ci circonda. Durante tutta l’annata vengono usati per la lotta antiparassitaria solamente prodotti concessi nell’ agricoltura biologica: rame e zolfo.

La vendemmia viene effettuata manualmente e in cassette da 20kg. Il periodo di vendemmia del nostro Sangiovese viene deciso in base all’analisi di laboratorio degli acini per cercare di capire il momento migliore nel quale effettuarla.

La vinificazione viene effettuata in acciaio o cemento, dove il vino effettua la fermentazione alcolica con vari rimontaggi all’aria e délestages. La fermentazione Malolattica anch’essa viene fatta in vasche di cemento o acciaio inox. Il vino effettua una lunghissima macerazione sulle bucce dai 30 ai 60 giorni in base all’annata.

Maturazione: Il vino effettua un affinamento in barriques di rovere francese per 12 mesi, successivamente viene imbottigliato ed effettua un minimo di 8 mesi di affinamento in bottiglia.

Note Degustative:                           punteggio            92/100

Nel calice si presenta di colore rosso rubino carico quasi cupo. Archetti ben stretti e lunghi. Unghia chiara.

Al naso è profondo, con sentori di piccoli frutti (amarena, mirtillo, ribes rosso, mora) con finale si spezie dolci (pepe rosa, anice stellato e vaniglia) con un tocco balsamico.

In bocca è succoso, di corpo pieno, ben strutturato ed equilibrato nei levigati tannini.

Un vino che mostra il suo carattere deciso con ampi margini di crescita nella sua lunga evoluzione.

Vino perfetto da abbinare a carni rosse brasate, con selvaggina e formaggi semiduri grassi stagionati.

L’OLIO:    

NOTE da FACEBOOK:

Giovedì 6 Giugno, io ed il proprietario di onthetuscanbike, Gabriele, abbiamo iniziato un Tour che ci porterà ad assaggiare i produttori di una delle più giovani DOC, La Valdarno di Sopra, una Denominazione che presta molta attenzione al Biologico e al rispetto dell’ambiente. Nomi importanti e produttori di peso sono i Soci della DOC istituita nel 2011 ma che si può dire vanti un’importante riconoscimento: essere uno dei primi territori di produzione del vino rimarchevole. La produzione dei vini di alta qualità infatti è testimoniata dal bando di Cosimo III de’ Medici che nel 1716 avvertì la necessità di proteggere i prodotti vinicoli toscani provenienti dal Chianti, Pomino, Carmignano e appunto Valdarno di Sopra, dalle contraffazioni. Per scoprire il territorio della DOC Valdarno di Sopra l’idea semplice e biologica, arriva dopo una passeggiata a San Giustino Valdarno e dopo essere entrato nel negozio On the Tuscan Bike. Con Gabriele l’intesa è immediata e decidere di fare visita ai produttori in zona ci sembra da subito la scelta giusta e più rispettosa che ci sia verso uno dei luoghi più belli della Toscana ma di ancora flebile fama per promuovere e comunicare un posto a noi caro. Beh che dire, il giro è appena iniziato a bordo di una bellissima bicicletta elettrica, perfetta per tutelare il territorio e per l’articolo Bio&Bike – Valdarno di Sopra.

Riconoscimenti:

Ultimo produttore visitato è Fattoria Bellosguardo, un’azienda gestita da Riccardo padre e Niccolò figlio dediti ad un’agricoltura sana e di grande qualità. Bellissimo vederli lavorare insieme per la crescita dell’azienda. Solo 2 vini prodotti al momento Sortito e Posta Reale, due vini 100% Sangiovese di concezione diversa utilizzando cemento per la fermentazione e cemento e legno per l’affinamento. Una novità in uscita, un vino dedicato al nonno Riccardo Gagliardi, un vero “Corridore“, ciclista vincitore del Giro d’Italia nel 1925. Una garanzia assicurata, provare per credere.

 

a cura di Rocco Lettieri